2 agosto 2017

Chiude con polemica L'Arena di Rai e Giletti passa a La7

Oggi c’è stata la comunicazione ufficiale da parte di Cairo Editore del passaggio di Massimo Giletti a La7 ed andrà ad occupare la prima serata del venerdì con l’ennesimo talk di politica.
Con la firma del contratto si conclude la telenovela dell’estate televisiva che aveva tenuto banco sui giornali e dove erano stati fatti circolare ad arte numeri sugli ascolti e sulla raccolta pubblicitaria che Barometro è andata verificare la sua veridicità.

La maggior parte di giornali e blog hanno riportato le affermazioni del conduttore che perdendo L’Arena la Rai avrebbe rinunciato a ascolti superiori a 4 milioni di spettatori ed al 2% di share.
I dati Auditel evidenziano, invece, che nell'ultima stagione l’ascolto medio del complessivo di L’Arena è stato di 3.153.000 (19,6%); con la media ponderata dei due parziali del primo pomeriggio domenicale a 3.523.000 (21,0%) ed il parziale L’Arena Protagonisti a 2.614.000 (17,3%).


Pescare il miglior parziale è il classico espediente utile per comunicare il giorno dopo il successo d’ascolto; perché quando viene misurato il netto di tutti i parziali di un programma la media spesso si ridimensiona in modo considerevole.

Da un fantomatico sondaggio tra i centri media, che sono le agenzie che si occupano di acquistare spazi pubblicitari per i grandi inserzionisti, uscito su un blog; sarebbe emerso che con la dipartita di Giletti dalla domenica pomeriggio di Rai1 la Rai avrebbe perso 8 milioni di euro di pubblicità. Perciò la perdita di Massimo Giletti avrebbe rappresentato per il servizio pubblico radiotelevisivo una grave perdita commerciale; oltreché in termini d’ascolto.

Durante la commissione parlamentare di vigilanza il direttore generale della Rai Mario Orfeo ha dichiarato che L’Arena in termini di raccolta pubblicitaria era in perdita di 2,6 milioni di euro, dal momento che costava 5 milioni l’anno a fronte di ricavi pubblicitari per 2,7 milioni“ .