5 aprile 2017

Le fiction Rai dominano il primetime anche nel 1° trimestre 2017


Dalle elaborazioni degli indici d'ascolto relativi ai primi tre mesi del 2017 realizzate da Barometro la fiction prodotta dalla Rai si conferma il genere televisivo che realizza le migliori performance in termini di dato aggregato.

La fiction di prima visione trasmessa su Rai 1 conquista un ascolto di 6,2 mil. (24,9%), contro una media di 5,7 mil. (22,2%) dello stesso periodo del 2016; realizzando perciò un trend positivo di +400 mila spettatori e +2,6 punti di share; in flessione, però, il numero di serate della fiction: da 44 a 36.

La fiction di Canale 5 si deve accontentare di un ascolto di 2,6 mil. (12,0%), venendo sorpassata dalla rediviva fiction di Rai2 che con la nuova serie “La porta rossa” raggiunge un ascolto di 3,3 mil. 13,4%, realizzando un ascolto quasi doppio alla media del primetime di rete.


Subito dopo le 5 serate del Festival di Sanremo a 12,6 mil. (49,2%), ci sono solo fiction italiane, con in testa i due episodi de "Il Commissario Montalbano" schizzato ad un ascolto “record” per la saga di Camilleri di 11,0 mil. (42,5%). Dietro il commissario italiano più conosciuto nel mondo che ha il volto di Luca Zingaretti, troviamo un nuovo commissario ”Giuseppe Lojacono” interpretato da Alessandro Gassmann, protagonista della nuova serie di Rai 1 “I bastardi di Pizzofalcone” che ottiene una media di 6,8 mil. (26,2%) anche questa fiction è tratta da un ciclo di romanzi, questo soggetto è scritto da Maurizio De Giovanni.

Sono lontani i tempi in cui l’Italia televisiva piangeva la scomparsa del commissario antimafia Corrado Cattani uno dei personaggi più amati della serie “La Piovra”, interpretato da Michele Placido, oggi i commissari per fiction sopravvivono per esigenze di copione e perché  spesso i polizieschi sono trasposizioni di romanzi che hanno in un commissario di Polizia il protagonista di tutti i racconti, com'è stato per le saghe di .

La prima fiction no-crime è la miniserie di Rai 1 “C’era una volta Studio Uno”, che ripercorre la storia dell'omonimo varietà della prima rete Rai; nonostante la fiction raccontasse una tv in bianco e nero è ha saputo guadagnare la terza posizione con un ascolto di 6,7 mil. (26,5%).

In quinta posizione a quota 6,5 mil. (25,0%) “I fantasmi di Portopalo, dove Giuseppe Fiorello ritorna su argomenti sociali, lo scorso anno sulla Terra dei fuochi e quest’anno sulla tragedia degli immigrati nel Mediterraneo; riuscendo meglio di altri a catalizzare una vasta platea dell’opinione pubblica su questi temi difficili da trattare in TV.

Le altre fiction entrate nella classifica top ten sono: Sorelle, Un passo dal cielo 4, Che Dio ci aiuti 4, L'onore e il rispetto-ultimo capitolo, La porta rossa, Il bello delle donne...alcuni anni dopo.

Per saperne di più scrivere a info@barometro.com