22 febbraio 2014

4a serata, 64^ Festival di Sanremo, i main sponsor


Per contattare Barometro: telefono +39 06.3735-0466 - marketing@barometro.com

Il Festival di Sanremo è il più importante evento televisivo dell'anno anche sul piano della raccolta pubblicitaria. Un’occasione ghiotta per tanti inserzionisti pubblicitari che in cinque serate possono promuovere i loro brand ad una platea di consumatori vastissima, dal momento che in ciascuna serata del festival si superano i 20 milioni di ascoltatori unici.

Per promuovere la manifestazione canora di Sanremo la concessionaria di pubblicità della Rai ogni anno realizza un listino ad-hoc del festival, dove oltre agli inserzionisti dei numerosi break pubblicitari, sono necessari alcuni main sponsor, a cui vengono offerte collocazioni pubblicitarie migliori e la presenza dei loro loghi su tutta la comunicazione istituzionale del Festival di Sanremo.

Quest’anno la rete commerciale di Rai Pubblicità, guidata da Fabrizio Piscopo, è riuscita nell'impresa di portare a Sanremo quattro sponsor del calibro dei supermercati Conad, Compagnia Surgelati Italiana (Findus), Procter & Gamble (Dash) e Suzuki Motor Italia; permettendo alla Rai  "Per la prima volta nella storia del festival, - dichiara Giancarlo Leone - direttore di Rai1 - Sanremo avrà un saldo attivo: a fronte di 18 milioni di costi, abbiamo una copertura di ricavi pubblicitari certificati da Rai Pubblicità pari a 20 milioni 200 mila euro" Fonte: Key4biz.
















Nella serata di venerdì #Sanremo2014 risale a quota 8,2 mln spettatori con uno share medio del 38% (+515mila +3,0% sulla serata precedente), 1° parziale  fino alle 23.50 a 9,4 mln (37%) e 2° parziale fino alle 25.02 4,9 mln (44%). L’età media dell’ascolto nella quarta serata si riallinea con l’anno precedente a 53 anni, pubblico all’ascolto più giovane di due anni rispetto al giorno precedente.
Rispetto alla quarta serata della scorsa edizione del festival, sempre dell’accoppiata Fazio-Littizzetto, il risultato è negativo di 3,3 milioni di spettatori e 10,2 punti di share.

In questa breve analisi ci siamo concentrati sul target pubblicitario 15/54, che Fabrizio Piscopo, top manager di Rai Pubblicità, conosce molto bene avendo lavorato per anni a Sky Pubblicità che costruisce i listini proprio su questo target ambitissimo dai centri media e dagli inserzionisti di pubblicità.

La serata di ieri del festival sul target pubblicitario15/54 anni ha ottenuto una media di 3,6 mln, contro i 5,0 mln dello scorso anno, registrando una caduta secca del 27% .