10 ottobre 2013

Viaggio nella TrashTV Tra Radio Belva e La Gabbia

In serata è arrivato il comunicato stampa di Mediaset che ha di fatto sospeso Radio Belva: "Il programma non ha le caratteristiche di tono e contenuto adatti al prime time della rete. Ieri, in alcuni momenti, la concitazione della diretta ha preso una deriva non condivisibile, della quale ci scusiamo con il pubblico e gli ospiti in studio e in collegamento. Ringrazio comunque Cruciani e Parenzo, le cui capacità professionali non sono in discussione, e Videonews che ha realizzato il programma e che continuerà in futuro a fornire alla rete prodotti di qualità e successo".

Questo è il post scritto in mattinata: 
Questa stagione televisiva è all'insegna del debutto di nuovi talk show politici, tutti con un comune denominatore il trash. Su questo post pubblichiamo una breve analisi sul posizionamento d'ascolto della prima puntata di Radio Belva in onda su Rete 4, condotto dalla coppia di Giuseppe Cruciani e David Parenzo e La Gabbia, in onda su La7, talk condotto da Gianluigi Paragone. Queste trasmissioni, mandate in onda in prima serata, sono il classico esempio di TV "spazzatura", che nessuna rete a target familiare dovrebbe avere in primetime
A parte i modesti risultati di ascolto che realizzano, inferiori agli obiettivi pubblicitari con cui vengono venduti gli spazi agli inserzionisti, la stessa immagine della politica e della sua classe dirigente viene a degradarsi agli occhi del pubblico. 
Ascolto medio del 9 ottobre 2013: Radio Belva: 670 mila (2,8%), - La Gabbia 830 mila (3,5%).