3 maggio 2010

La dura legge dell'Auditel: MotoGp al top - Tennis in TV al flop

Il Gran Premio di Spagna di MotoGp vinto da Jorge Lorenzo, con Valentino Rossi dolorante ma sul podio, domenica 2 maggio in diretta pomeridiana su Italia 1 conquista la vetta dei programmi più visti in TV con 6 milioni 131 mila spettatori con uno share del 32.64%.

Altro destino, invece, per la finale maschile agli Internazionali di tennis in svolgimento a Roma, il match vinto da Rafael Nadal su David Ferrer trasmesso da Sky Sport Extra ha totalizzato un ascolto medio tra le 16:00-18:24 di 73 mila 605 spettatori con uno share dello 0,52%.

Il Motomondiale per alcune stagioni era passato su Sky TV, ma i bassi ascolti ottenuti e la conseguente insoddisfazione degli sponsor aveva convinto i titolari dei diritti TV a ritornare sulla TV in chiaro, ed Italia 1 da alcuni anni registra proprio sul MotoGp i picchi d'ascolto.

Per il tennis, movimento sportivo in forte ripresa tra i giovani, dopo essere stato scoperto e valorizzato sui canali Rai, da qualche anno si è eclissato sulla pay tv di Sky, e gli ascolti si misurano in nano share.

Altri eventi sportivi come il Gran Premio di Formula 1 ed il Giro d'Italia, rappresentano degli eventi dal forte impatto d'ascolto che piacciono agli sponsor perché vengono trasmessi in chiaro e visibili ad una platea estesa.

Cosa avverrà nei prossimi mesi quando buona parte delle partite del Mondiale di Calcio in Sudafrica saranno visibili ad una ristretta cerchia di coloro abbonati a SkyTV?