5 aprile 2010

Lilli Gruber sul Clandestino

Il Clandestino del 3 febbraio 2010 di Luigi Ricci

In un sondaggio realizzato qualche anno fa alla domanda chi vedrebbe tra le donne più adatte ad occupare posizioni di leadership, Lilli Gruber venne indicata al primo posto, la conferma di questo consenso arrivò quando scese in politica con l’Ulivo per le elezioni europee del 2004, riuscì ad essere la più votata, raccogliendo oltre 1 milione di voti, riuscendo addirittura a superare nell’Italia Centrale, Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi.

Da quell’esperienza in politica ne uscirà in fretta, e tornerà a alla sua amata televisione che l’aveva vista per un ventennio tra le più affermate ancor woman dei tg.

Prima al Tg2, chiamata da Antonio Ghirelli, e poi dal 1990 al Tg1 quando Bruno Vespa neo direttore la nominò inviata e la scelse per condurre l’edizione delle 13.30 insieme alla Maria Luisa Busi e a Tiziana Ferrario. Quando nel 1994 il Tg1 cominciò ad andare sotto al Tg5, Demetrio Volcic promosse la Gruber e la Busi nell’edizione principale dell e 20.00.

Sull’onda del cambiamento della stagione di tangentopoli, quando a dirigere Raiuno i “professori” misero Nadio Delai ex direttore del Censis, a Lilli Gruber fu affidato il compito di condurre il primo talk show di politica di prima serata su Raiuno “Al voto al voto”.

Nelle 10 puntata andate in onda alla vigilia dell’Elezioni Legislative, dove si fronteggiavano Achille Occhetto e Silvio Berlusconi, il programma di Lilli Gruber ottenne un ascolto medio di 3 milioni 284 mila spettatori con uno share del 12.1%.

L’anno dopo la Gruber si prese la rivincita perché venne chiamata a condurre in Germania sul canale televisivo Pro7 il popolare settimanale di attualità “Focus TV”.

La Gruber da due anni alla guida del talk show di attualità “8 e Mezzo”, la puntata di martedì 26 gennaio, dedicata alle dimissioni del sindaco di Bologna Flavio Delbono, con un ascolto di 994 mila spettatori e uno share del 3.48%, è stato il programma più visto su La7 nel mese di gennaio; nella Top Ten di La 7 il programma condotto da Lilli Gruber conquista 7 posizioni.

La media d’ascolto dell’ultimo mese di gennaio di “8 e mezzo” è di 824 mila spettatori e uno share del 3%, in crescita rispetto al gennaio dello scorso anno di 183 mila spettatori (+28%) e +0.6 punti di share.

A fronte si un ascolto % del 3% sui laureati il talk show condotto da Lilli Gruber raggiunge il 6%, sugli individui Over 55 anni il 4.5% e nelle regioni del Nord Italia il 4.1%.