5 aprile 2010

Federico Moccia sul Clandestino

Il Clandestino del 2 febbraio 2010 di Luigi Ricci

Federico Moccia
A febbraio uscirà nelle sale cinematografiche il film con la coppia Raoul Bova e Michela Quattrociocche “Scusa ma ti voglio sposare”, sequel del blockbuster “Scusa ma ti chiamo amore” di cui Federico Moccia è autore e regista e che ha incassato nel 2008 circa 13 milioni di euro.

Federico Moccia è ritenuto l’autore che meglio di altri è stato capace di raccontare le storie d’amore della generazione teens.

Figlio d’arte dello sceneggiatore e regista Pipolo, Federico Moccia, già negli anni ’80 era tra gli autori delle serie televisive cult di Italia 1 “I ragazzi della 3° C” e “College”. Poi collabora con l’amico Paolo Bonolis in alcune sue trasmissioni di successo quali I Cervelloni, Fantastica italiana, Ciao Darwin e Chi ha incastrato Peter Pan?

Ma è il romanzo, che nessuno voleva pubblicare, Tre metri sopra il cielo, che Moccia fece stampare a sue spese, che inizia una nuova stagione. Il successo di questo romanzo scaturì dal passaparola tra i ragazzi di Roma che veniva fotocopiato, perché introvabile. Poi la notorietà del libro, per via dei lucchetti di Ponte Milvio, dilagò e riuscì a tirare fino ad un milione e mezzo di copie e ad essere tradotto in quindici paesi, dalla Russia al Giappone. Il dvd del film Tre metri sopra il cielo ha venduto circa 200.000 copie, divenendo il titolo top della stagione 2005.

Il romanzo sequel di Federico Moccia “Ho voglia di te” ha venduto più di un milione e mezzo di copie, di cui 600.000 nei primi sei mesi. Il film con lo stesso titolo incassa 16 milioni di euro e consacra i protagonisti Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti, che diventano idoli degli adolescenti e tra gli attori più quotati del momento.

La vena creativa di Federico Moccia, è inesauribile, nel 2008 arriva il romanzo “Amore 14” nuovo capitolo degli amori mocciani, ed il film con lo stesso titolo distribuito da Medusa esce nelle sale nel 2009.
Adesso Moccia torna con “Scusa ma ti voglio sposare”, vedremo se l’amore tra il quasi quarantenne Ale per e la ventenne Niki, riuscirà a ripetere il successo del 1° capitolo della saga di Federico Moccia.