3 marzo 2010

Claudio Bisio

Il Clandestino del 17 gennaio 2010 (in edicola dal martedì al sabato) di Luigi Ricci

Claudio Bisio è alla 39° posizione tra i personaggi Top del cinema italiano avendo interpretato 28 film e diretto da grandi registi come Dino Risi, Mario Monicelli, Giuseppe Bertolucci, Francesco Rosi; con Gabriele Salvatores ha lavorato in 7 film uno di questi Mediterraneo gli è valso l’Oscar.

Eppure tra i personaggi della televisione, ed in particolare di Mediaset, il nome di Claudio Bisio potrebbe stare nella Top 5 in compagnia di Piersilvio Berlusconi, Fedele Confalonieri, Antonio Ricci ed Ezio Greggio, dal momento che il ciclo di Zelig in prima serata ha realizzato nelle 66 serate un ascolto medio di 7 milioni 255 mila spettatori con uno share medio del 29.2%, che colloca Zelig al top degli ascolti di primetime dopo il “Festival di Sanremo”.

Quella appena finita è stata un’ottima annata di raccolta e di riconoscimenti alla sua carriera per Bisio, dal momento che ha vinto il “David di Donatello” come attore nono protagonista nel film di Fausto Brizzi “Si può fare”, e nel novembre scorso riceve dal Presidente Giorgio Napolitano l’ambito premio “Vittorio De Sica”.

Ma la raccolta che gli da più soddisfazione è quella delle olive, da cui estrae il suo Olio d’Oliva Bisunto, appena 60 litri, prodotto nella sua tenuta nel Chianti.

Perché il suo grande sogno era quello di avere un pezzo di terra da coltivare, per il sangue contadino che ancora scorre nelle vene di Claudio Bisio, e c’è riuscito.

Ma da stasera dal Teatro degli Arcimboldi di Milano Claudio Bisio torna nelle vesti di padrone di casa di Zelig 2010, in coppia con la brava e simpatica Vanessa Incontrada, che la volle al suo fianco nel 2004 in sostituzione a Michelle Hunziker.

L’edizione si preannuncia ad elevato contenuto comico dal momento che il programma, fermo per un anno, riporterà sul palco le coppie “Ficarra e Picone” e “Ale e Franz” e Checco Zalone.

Il profilo d’ascolto di Zelig, ha un ascolto superiore al 40% tra i giovani Under 35, con picchi del 45.2% tra gli Under 18.
Più seguito dagli uomini che dalle donne rispettivamente: 29.5% contro 25.5%, e più seguito al Nord 29.4%, nonostante molti degli artisti più popolari come Checco Zalone e Ficarra e Picone provengano dalle regioni del Sud. Tra gli spettatori laureati l’ascolto cresce al 31.4% .