15 gennaio 2010

Riparte la soap di Raitre Agrodolce

Il Clandestino del 19 dicembre 2009 (in edicola dal martedì al sabato) di Luigi Ricci

In Sicilia meglio gli studios televisivi e l’indotto che portano, piuttosto che ciminiere industriali come la fabbrica Fiat di Termini Imerese, che nelle intenzioni Marchionne verrà dismessa o petrolchimici come quello di Gela che è un mostro ambientale.
Ed infatti, in extremis, Rai e Regione Sicilia si sono accordate per proseguire l’avventura della soap “Agrodolce”, nella quale lavoravano quasi 600 persone, tra risorse artistiche e tecniche ed uno sviluppo tecnologico notevole con l’arrivo di un questo centro produttivo TV alle porte di Palermo.
Agrodolce, come "Un posto al Sole" realizzata a Napoli, la terza "Centovetrine" in onda su Canale viene girata a S Giusto Canavese, nei pressi di Torino, sono le uniche serie quotidiane realizzate in Italia, in onda sulle reti di Raitre e Canale 5, definite di romanzo popolare, un po’ soap opera ed un po’ telenovela.
In queste settimane stanno andando in onda le repliche di Agrodolce; la curva dell'andamento dell'ascolto delle puntate inedite andate in onda fino al luglio scorso evidenziava un trend positivo che lascia ben sperare per un'ulteriore crescita anche per la 2a serie.