9 gennaio 2010

Piero Chiambretti, il reuccio della nightline televisiva

Clandestino del 9 dicembre 2009 (in edicola dal martedì al sabato) di Luigi Ricci


Piero Chiambretti è il reuccio della nightline televisiva, avendo condotto dal 2001 al 2009 tre varietà di grande successo su tre reti, Raidue, La 7 ed Italia1.

Chiambretti Night - italia 1 (sett. dic. 2009)Ascolto 668.389 - Share 11,8% (target commerciale Mediaset 15-64 anni 13,3%); 41 anni d'età

Con gli amici Boncompagni-Ghergo nel 2001 sfida la concorrenza della seconda serata. con il celeberrimo “Chiambretti C’è”, divertente trasmissione trisettimanale che andò su Raidue da ottobre 2001 al gennaio 2003, i cui ascolti raggiungevano spesso il 20% di share.
Nel 2004 si trasferisce su La7, ed inaugura l’era di Markette, trasmissione comica e burlesque, portandosi dietro la sua musa ispiratrice, Irene Ghergo, Markette in onda in seconda serata dal martedì al venerdì, realizza una media d’ascolto del 4% di share, con punte del 7%.
Con la speranza di tornare da Mamma Rai, Piersilvio Berlusconi convince Chiambretti a passare a Mediaset, e di varare la striscia di seconda serata di Italia1. il varietà dal titolo “Chiambretti Night - Solo per numeri uno” in onda da gennaio 2009, diventa un cult e conquistando un ascolto medio dell’ultima edizione autunnale del 12%.
Dal grafico del profilo del pubblico all'ascolto di "Chiambretti Night" si intuisce come i picchi d'ascolto la si raggiunga tra i giovani al di sotto dei 34 anni d'età, per diminuire al 12,6% tra gli adulti 35-54 anni e crollare al 6,9% tra gli over 55.