17 giugno 2007

Top ten della moda griffe italiane al top

La moda e il lusso stanno vivendo un buon momento economico e gli accessori sono i segmenti più vivaci. Lo evidenzia la ricerca condotta da Altagamma (Associazione che riunisce quelle aziende italiane con una reputazione internazionale, che operano nella fascia più alta del mercato) in collaborazione con Sda Bocconi, e Ernst& Young intitolata "Fashion&Luxury Insight" presentata in questi giorni a New York.
I risultati della ricerca di Altagamma, che ha analizzato i bilanci di 39 società del luxury quotate in tutto il mondo, con vendite superiori ai 150 milioni di euro e un fatturato complessivo di 150 miliardi l’anno, mettono in evidenza una crescita media del settore nel 2006 rispetto al 2005 nell'ordine del 15% per tutti i parametri principali: vendite (+14%), margine operativo lordo (Ebitda, +13%), risultato operativo (Ebit, +15%).
Tra le italiane, quella meglio posizionata nella top ten per aumento di fatturato è Poltrona Frau, che si colloca al primo posto (a pari merito con la tedesca Adidas), grazie a una crescita del 52%, seguita a ruota dalle altre due società nostrane, Mariella Burani (+39%) e Geox (+35%). Solo quest'ultima tra le italiane compare invece nella classifica per Roi, posizionandosi al quarto posto, e si conferma subito dietro al terzo in classifica anche nella top ten per risultato operativo, mentre l'unica altra società nostrana, Tod's, si colloca all'ottavo posto. Sono ben tre i gruppi del Belpaese che si trovano nella top ten per generazione di cassa: Benetton è in settima posizione, e Geox subito dopo, tallonata da Luxottica.

I top ten per aumento del fatturato

Società / Paese / Incremento fatturato %
Adidas (Germania) +52%
Poltrona Frau (Italia) +52%
Mariella Burani (Italia) +39%
Geox (Italia) (Italia) +35%
Puma (Germania) +33%
Guess(Usa) +27%
Coach (Usa) +23%
Inditex (Spagna) +22%
American Eagle Outfitters (Usa) +20%
Abercombie&Fitch (Usa) +19%