14 maggio 2007

In fuga dalla TV - Rai, Mediaset e La7 in calo nel 2007

Ce ne eravamo occupati anche noi, alcuni post fa, la TV di questi tempi è incapace di sedurre le masse di telespettatori a cui ci eravamo abituati. Abbiamo scoperto che non soltanto i giovani, ma anche gli anziani stanno dirottando il loro tempo libero dalla TV ad internet. In una indagine del Censis ,di qualche settimana fa, veniva evidenziato come un quinto degli anziani", sottolineava Giuseppe Roma, direttore Censis, "utilizza quotidianamente internet per più di un'ora.

Da Repubblica del 14 maggio 2007 di Leandro Palestini.
ROMA - Aiuto, la tv italiana perde un milione di telespettatori in un anno! Al di là dei flop di queste settimane, confrontando i dati dei primi quattro mesi del 2007 con quelli (omogenei) del 2006, si nota che il bacino di ascolto quotidiano delle reti generaliste si è ristretto. Davanti alla tv c'è meno gente. Dai 27 milioni e 15 mila spettatori del 2006 si è passati ai 25 milioni 922 mila di quest'anno: sono 1 milione e 93 mila spettatori in meno (un buon - 4% che fugge) e nonostante la tenuta, anche La 7 cede 65 mila presenze (-0.15%). Colpa dei canali Sky? Non solo. Perché tra "terrestri e Sat" si registra un incremento di 365 mila nuovi adepti (1.87% del bacino). I numeri Auditel sono duri da digerire per la pregiata prima serata tv. Le reti Rai e Mediaset fanno sbadigliare gli italiani, se è vero che si è passati dai 20 milioni 566mila spettatori del 2006 ai 19 milioni 294 mila di oggi: mancano all'appello 1 milione e 272 persone davanti al video. Chi perde di più? In proporzione le reti Rai con un ammanco di 779 mila presenze (-1.12%); Mediaset soffre di 493 mila spettatori in meno (-0.60). Il 2007 rischia di tramutarsi nell'Annus Horribilis della televisione italiana.
Si dovranno analizzare in profondità le ragioni di questa emorragia. Non si può continuare a dare la colpa al clima, sempre più caldo: da gennaio a oggi in fondo le serate fresche non sono mancate. Dicono che il varietà televisivo sia morto. Di sicuro, lo show di Gianfranco Funari non sta bene. Il pubblico del sabato sera continua a preferirgli sfacciatamente Gerry Scotti che vince con l'antica "Corrida" di Canale 5 (quasi sei milioni di affezionati, il 33% di share).