17 maggio 2007

Ricerca di Boston Consulting per Business Week

L'Innovazione è Rock!
Innovazione e tecnologia, è questo il binomio delle aziende di successo. A ricordarlo è l’annuale classifica della
Boston Consulting Group (società di consulenza strategica), elaborata da Business Week attraverso un panel di 2.500 top manager di tutto il mondo interrogati sulle aziende più innovative nella tecnologia. In cima al podio della Top 50 troviamo, per il terzo anno di seguito l’Apple di Steve Jobs, l’azienda-brand che crea una sinergia perfetta tra estetica e tecnologia, capace di dare vita alla rivoluzione i-Pod e più recentemente all’ipertecnologico i-phone che invaderà il mercato della telefonia mobile. Al secondo posto troviamo Google di Larry Page e Sergey Brin (entrambi classe 1973), seguiti al terzo posto dalla giapponese Toyota, guidata da Katsuaki Watanabe, ha quest'anno annunciato il sorpasso sulla GM.
La classifica è dominata soprattutto da aziende Americane, mentre l’Europa deve accontentarsi della Finlandese Nokia (tredicesimo posto), della tedesca Bmw (sedicesimo posto) e della Virgin Group (che perde sette posizioni per piazzarsi al diciottesimo posto).
Dunque l’elisir di lunga vita delle imprese è quello dell’innovazione, tema che merita una riflessione profonda soprattutto nel nostro paese, dove l’interesse per l’innovazione continua a crescere ma non riesce a dare i frutti sperati, evidentemente perché sono le condizioni di mercato più competitive quelle che spingono ad innovare. Riccardo Monti, Director di
Value Partners, in un intervento al Festival della creatività 2006, propose cinque “leve per innovare”: 1) La vera innovazione deve durare nel tempo; 2) L’innovazione costa, in termini di risorse umane e finanziarie; 3) L’innovazione ha dei rischi che bisogna correre; 4) L’innovazione è un successo di team; 5) Sono le persone che fanno la differenza. Ma soprattutto l’innovazione è una questione di management, richiede metodo e costanza, significa rispondere ad un clima congiunturale in cambiamento che richiede di abbandonare le scorciatoie e di adottare una strategia di lungo periodo. La Top 50 ci indica le aziende che stanno riscrivendo le regole, segnala i pionieri che conducono il gioco nel ventunesimo secolo, a noi il compito di seguirle nel cammino incerto e coraggioso dell’innovazione.


Per Luigi Ricci, direttore della Barometro, le parole chiave per accedere al futuro per imprese, ma anche per le civiltà sono: Talento, Tolleranza e Tecnologia. L’assenza di imprese italiane nella classifica elaborata da BCG, deve impegnarci di più ad imparare dai primi della classe. Non c’è innovazione senza ricerca.Classifica 1 APPLE, 2 GOOGLE, 3 TOYOTA MOTOR, 4 GENERAL ELECTRIC, 5 MICROSOFT, 6 PROCTER & GAMBLE, 7 3M, 8 WALT DISNEY CO, 9 IBM, 10 SONY, 11 WAL-MART, 12 HONDA MOTOR, 13 NOKIA, 14 STARBUCKS, 15 TARGET, 16 BMW, 17 SAMSUNG ELECTRONICS, 18 VIRGIN GROUP, 19 INTEL, 20 AMAZON.COM, 21 BOEING, 22 DELL, 23 GENENTECH, 24 EBAY, 25 CISCO SYSTEMS, 26 MOTOROLA, 27 SOUTHWEST AIRLINES, 28 IDEO, 29 IKEA, 30 DAIMLER CHRYSLER, 31 HEWLETT-PACKARD, 32 NIKE, 33 BP, 34 RESEARCH IN MOTION, 35 AT&T, 36 CITIGROUP, 37 VERIZON, 38 ROYAL PHILIPS ELECTRONICS, 39 NINTENDO, 40 COSTCO HOLESALE, 41 VOLKSWAGEN, 42 PFIZER, 43 BEST BUY, 44 JOHNSON & JOHNSON, 45 AMGEN, 46 MERCK, 47 NEWS CORPORATION, 48 MCDONALD'S, 49 LG ELECTRONICS, 50 EXXONMOBIL.

Per saperne di più contatta Barometro – info@barometro.com - Skype: barometrodir.