18 maggio 2007

Italiani: ottimisti per sé ma pessimisti sul futuro del Paese (Sondaggio Ipsos - Il Sole 24 Ore)

Dopo un anno di Governo Prodi, l'istituto di ricerca Ipsos diretto dal bravo Nando Pagnoncelli, ha realizzato per conto de Il Sole 24 Ore un sondaggio sul gradimento dell'esecutivo: il risultato è un bel "5" in pagella.

Il sondaggio Ipsos per «Il Sole 24 Ore», ha evidenziato che il 55% degli intervistati giudica negativamente il Governo Prodi, mentre il 42% dà un voto positivo. A pesare sul giudizio globale la politica fiscale, l'indulto, la riforma dell'immigrazione e le politiche per la sicurezza. Gradimento, invece, per i provvedimenti di Bersani, che secondo la maggioranza hanno ridotto i prezzi dei farmaci da banco e le tariffe dei cellulari. Netto consenso (65%) anche per i Dico, purché non estesi alle coppie gay. Sul sistema elettorale il 52% del campione s'è detto favorevole a un sistema bipartitico.

Il futuro: g
li italiani, sono ottimisti per sè ma pessimisti sul futuro del Paese, mettendo la propria condizione personale indipendente da quello della società: e così, sono fiduciosi che le cose miglioreranno un po' per la propria vita (43%) ma ne sono meno convinti per l'Italia (39%).

Per gli italiani se le cose vanno male è colpa del Governo, ma se vanno bene è merito dell’economia.
Il Governo ha più responsabilità se le cose peggiorano che meriti se migliorano. Per il 48% sarà la politica di Prodi a determinare un'involuzione mentre per il 49% dipenderà più dal mercato. Ma se cambia lo scenario e le attese si tingono di rosa, la situazione si rovescia: per gli ottimisti, i miglioramenti saranno imputabili all'economia (62%) più che al Governo (34%).

(Le tabelle con le risposte al sondaggio Ipsos per Il Sole 24 Ore)


Il sondaggio telefonico è stato realizzato per Il Sole 24 Ore presso un campione di 931 individui. Il documento informativo completo sul sondaggio sul sito: www.agcom.it