8 maggio 2007

Il Mercato dei contenuti multimediali a valore aggiunto (4)

Focus condotto da Barometro sul mercato dei servizi a valore aggiunto.

I principali Player
Il mercato dei Vas vede protagonisti una molteplicità di attori: gli operatori di telefonia mobile e fissa, le media company tradizionali, i content provider, i payment provider e i Wasp.
Tra i Mobile phone Content provider, quattro sono le aziende che, per offerta e fatturato, spiccano all’interno di questo mercato:
JAMBA!: è una società tedesca nata nel 2000 e acquisita dal tycoon Rupert Murdoch; vende contenuti multimediali per telefoni cellulari e vanta 4 milioni di clienti distribuiti in nove Paesi europei. È il fornitore principale di mobile Entertainment in Europa (con il nome di Jamber! o RingToneKing) e si sta attualmente espandendo anche nei mercati nordamericani e asiatici. Ha una squadra interna che sviluppa, introduce e distribuisce applicazioni e contenuti digitali per cellulari GPRS, MMS, UMTS di ultima generazione. Ciò include le informazioni, l’intrattenimento, lo shopping, i trasferimenti dal sistema centrale verso i satelliti, le immagini, Ringtones e le cartoline d’auguri multimediali, con un fatturato che, nel secondo quadrimestre del 2005, ruota intorno ai 122 milioni di euro (+21% rispetto al 2004) nel solo mercato italiano. A questo risultato hanno contribuito in misura determinante il successo avuto da Crazy Frog, da Sweety the Chick e da altre computer animations che hanno fatto del brand Jamba uno dei più popolari nel nostro paese.
BUONGIORNO: multinazionale italiana attiva nel mercato dei contenuti multimediali per la telefonia e i canali digitali con sede legale a Parma. I ricavi consolidati si attestano a 35 milioni di Euro, in crescita di oltre il 65% rispetto al terzo trimestre 2004 e del 16% rispetto al secondo trimestre 2005. Adotta una strategia bilanciata e flessibile e offre un portafoglio di oltre 500.000 servizi e contenuti ad un target potenziale di oltre 500 milioni di utenti di telefonia mobile e fissa in tutto il mondo, attraverso una strategia multicanale che include la distribuzione diretta e tramite partnership con le principali società telefoniche e con i più importanti gruppi media, con particolare attenzione a quelli in grado di facilitare l’interazione e la creazione di community tra i consumatori finali.
DADA: leader in Italia nel settore delle community e dell’intrattenimento via web e via cellulare, è a capo di un gruppo interamente dedicato allo sviluppo di attività e servizi di rete, con un fatturato, nei primi nove mesi del 2005, pari a 46,4 milioni di euro (+38% rispetto ai primi nove mesi del 2004). Gestisce Superava e Clarence e offre un ricco portafoglio di prodotti e servizi a pagamento di “Community & Entertainment” fruibili sia da web e da microportali (3, Vodafone Live! e i-mode) che da cellulari e telefoni fissi (portale vocale realizzato con Telecom Italia). Propone soluzioni tecnologiche e di marketing con l’obiettivo di implementare e rendere disponibili per l’utente servizi di alta qualità che possono essere fruiti su tutte le piattaforme tecnologiche più innovative. Con oltre 193 milioni di pagine viste mensili, 5 milioni di visitatori al mese e 500.000 clienti si posiziona come punto di riferimento per chiunque voglia divertirsi, conoscersi, comunicare e informarsi.
ZERO9: start up italiana nata nel 2000, inventa e distribuisce contenuti per telefonia mobile, con un fatturato che è aumentato in media del 400% all’anno. Il suo successo, iniziato grazie ad una sinergia tra sms e Big Brother, è dovuto all’investimento deciso sull’innovazione e sulle tecnologie d’avanguardia, traghettando sui telefonini molti servizi oggi tipici di Internet, come blog, forum e gli altri strumenti di community. Motivo di distinzione rispetto agli altri player è, oltre alla possibilità di richiedere il servizio da telefono fisso, soprattutto la prima miniserie per cellulare (10 episodi da 90 secondi), realizzata in collaborazione con la Vodafone e che vede come protagonista James Tont.
ZED: multinazionale spagnola controllata del Gruppo Wisdom, leader nella realizzazione, commercializzazione e distribuzione di prodotti e servizi di informazione e intrattenimento per la telefonia mobile e altre piattaforme, commercializzati attraverso i propri marchi (Zed, Ociomovil e Kualke) oppure congiuntamente a società leader nei rispettivi settori. È presente in 13 paesi, con un mercato potenziale di circa 600 milioni di utenti di telefonia mobile. Ha registrato entrate pari a 137 milioni di euro, che rappresentano una crescita del 400% rispetto all’anno precedente. Per saperne di più contatta Barometro  –
info@barometro.com.