14 maggio 2007

Il Mercato dei contenuti multimediali a valore aggiunto (5)

Ricerca condotta dalla Barometro sul mercato dei servizi a valore aggiunto (Ultimo capitolo).

Ringraziamo la dott.ssa Giovanna Monno per la preziosa collaborazione e per l'impegno profuso che hanno reso possibile la realizzazione di questo studio.

Sviluppi e prospettive
Per ciò che riguarda gli sviluppi futuri, la ricerca condotta evidenzia che, nonostante la riduzione del peso avuta nel
corso del 2006, uno dei driver trainanti di questo mercato sarà quello relativo ai Servizi di Comunicazione&Community, in quanto coerente con i significati “psicologici” del cellulare: comunicazione e socializzazione. Questo processo potrebbe risultare rallentato a causa dell’adeguamento delle abitudini degli utenti, della piena messa a punto delle piattaforme tecnologiche e dei tempi necessari a progettare servizi con concept ed usabilità coerenti con le caratteristiche del terminale mobile.Più nel dettaglio, per quanto riguarda gli Sms, continuerà in futuro la fase di consolidamento del comparto, con una perdita di peso percentuale a favore di altri mercati multimediali.
Per gli Mms, l’andamento futuro è incerto. Un’influenza positiva potrebbe averla l’apertura da parte dei carrier a un’offerta indipendente da parte dei content e service provider.
Continua la crescita dei Giochi Java, destinata a cannibalizzare i giochi offerti tramite altre piattaforme. Cresceranno sensibilmente i video (download e streaming), ma determinanti saranno il prezzo e la qualità dell’offerta.
Proseguirà poi il trend di crescita dei servizi di personalizzazione: la nuova frontiera potrebbe essere rappresentata dall’integrazione dei contenuti sonori con quelli visivi, cioè immagini e video. Anche il download di musica è previsto in crescita, ma il suo reale sviluppo dipenderà fortemente dalla performance dei terminali e dai prezzi, che dovranno confrontarsi con le offerte basate su altri device, Web o iPod.
Prospettive allettanti provengono anche dalla rapida crescita della Mobile TV e dal susseguirsi di accordi tra Operatori di telefonia, Content provider e i media. Per fare qualche esempio risalente solo agli ultimi mesi:
Trenitalia – Vodafone → informazioni su orari, ritardi e coincidenze
Dada – 3G → videoclip inediti sul Natale con i messaggi di musicisti e personaggi dello spettacolo
Walt Disney → miniserie “Lost” (22 episodi da 2 minuti)
Sprint Nexel → film, spettacoli tv , concerti e commedie
RAI – Tim e Vodafone → trasmissione Olimpiadi 2006 sul territorio della città di Torino (sperimentando la tecnologia Wibro)
SKY – Vodafone UK → programmazione Sky (19 canali tematici)
3G → film trasmessi nelle sale e contemporaneamente sui telefonini
Nokia → programmi tv sui propri cellulari (prima metà 2006)
Zero9 – Vodafone → fiction “James Tont” creata per cellulare (10 episodi da 90 secondi)
Tim – Mediaset → sperimentazione tecnologia DVB-H per la trasmissione televisiva su cellulari
L’unico limite è che almeno all’inizio sarà conveniente trasmettere le serie più popolari in televisione.
Per saperne di più contatta Barometro info@barometro.com.