15 dicembre 2017

Calendario Anno Auditel 2018

I dati mensili degli ascolti TV Auditel - Rilevazione dati degli ascolti TV - sono calcolati in base ad un calendario sfalsato rispetto a quello solare, al fine di garantire una certa omogeneità dei dati, Barometro - agenzia specializzata nell'analisi ed interpretazione dei dati di audience, realizza studi sugli ascolti tenendo conto di entrambi i calendari.


Calendario Anno Auditel 2016
Mese Auditel Periodo
gennaio 2018: 31 dicembre 2017-3 febbraio 2018
febbraio 2018:4 febbraio 2018-3 marzo 2018
marzo 2018: 4 marzo 2018-31 marzo 2018
aprile 2018: 1 aprile 2018-28 aprile 2018
maggio 2018: 29 aprile 2018-2 giugno 2018
giugno 2018: 3 giugno 2018-30 giugno 2018
luglio 2018: 1 luglio 2018-28 luglio 2018
agosto 2018: 29 luglio 2018-1 settembre 2018
settembre 2018: 2 settembre 2018-29 settembre 2018
ottobre 2018: 30 settembre 2018-3 novembre 2018
novembre 2018: 4 novembre 2018-1 dicembre 2018
dicembre 2018: 2 dicembre 2018-29 dicembre 2018

4 novembre 2017

Floris arbitro del duello tv Di Maio vs Renzi a Di Martedì

Ieri 7 novembre 2017 2,1M (9,1%) puntata top storica di - Media stagionale 1,14M (5,2%)



Update del 6 novembre 2017, è bastata la sconfitta di Giancarlo Cancelleri, candidato 5 Stelle, candidato secondo alla poltrona i presidente dell'Assemblea Siciliana, dietro Nello Musumeci del candidato di centrodestra per dare forfait al match televisivo contro Matteo Renzi, che lui aveva messo in moto, decidendo sia la data sia la location. A questo punto pare che a Di Martedì del 7 novembre sia confermata la partecipazione di Matteo Renzi con un'intervista; mentre, dovrebbe essere Alessandro Di Battista a partecipare al programma di Floris nella stessa puntata di Renzi, ma nessun duello TV tra i due.

4 novembre 2017
Alla fine sarà Di Martedì su La7, nella serata del 7 novembre, ad ospitare il primo duello televisivo tra Luigi Di Maio e Matteo Renzi. Inizialmente era stata ipotizzata la possibilità che il confronto tv avvenisse su Rai1, di Porta a Porta  o a Saxa Rubra negli studi del Tg1.


Invece, lo staff di Di Maio ha posto come condizione quella che il match si svolgesse negli studi di Di Martedì e il portavoce di Renzi, Marco Agnoletti, ha accettato i presupposti del leader pentastellato.

Noi ci siamo chiesti, però, perché i Cinquestelle abbiamo posto come Condicio sine qua non quella del confronto su Di Martedì, visto che Matteo Renzi non è mai stato ospite di Floris su La7, mentre, invece, Luigi Di Maio è il politico che ha maggiormente calcato lo studio di La7, pure martedì scorso 31 ottobre.

Abbiamo perciò analizzato il posizionamento delle ospitate di Luigi Di Maio da Giovanni Floris ed abbiamo accertato che nella Top5 delle puntate più viste in tutta la storia di Di Martedì le partecipazioni del leader dei Cinque Stelle occupano 3 su 5 posizioni.

27 ottobre 2017

Talk politici una crisi senza fine

di Luigi Ricci direttore di Barometro

È da qualche anno che si parla della crisi di audience dei talk; il proliferare dell'attualità politica in primetime gli era stata attribuita una parte di responsabilità per l’emorragia di spettatori; ma è proprio i politici in tv che pare abbiano stancato il pubblico; lo dimostra il cambio di scaletta dei principali talk show in onda nell'ultima stagione, dove al centro delle puntate, attori, magistrati, imprenditori, atleti, hanno preso il posto dei principali esponenti dei partiti, sempre più relegati nelle fasce che fanno meno "danni" all'indice d’ascolto.

Sono passati appena tre anni, ma sembrano un’eternità, da quando il 10 gennaio 2013 “Servizio Pubblico”, su La7, con Michele Santoro, rientrato a condurre un programma dopo l’uscita da Rai2, e l'ospite Silvio Berlusconi; che non si era mai incontrato con Santoro in TV. Quel match storico per la TV andato in onda sulla rete di Cairo realizzò un ascolto record per un talk politico di 8,67 Milioni di spettatori (33,6%); memorabile anche il risultato di Ballarò di quel martedì del 6 dicembre 2011 in piena crisi economica con ospite Elsa Fornero, allora ministro del lavoro, che raggiunse un ascolto di 6,37 Milioni di spettatori (24,1%).



Negli ultimi anni alcuni programmi sono stati chiusi, come "Ballarò" su Rai3, stessa sorte su La7 per "Servizio Pubblico" e "L’infedele" condotto da Gad Lerner.

Negli anni successivi sono stati lanciati alcuni nuovi talk politici che, però, hanno avuto una programmazione travagliata.
Tre stagioni dal 2013 al 2016 “Virus” su Rai 2, condotto da Nicola Porro, il programma dopo essere stato cancellato dal palinsesto, al conduttore gli è stata affidato su Canale 5 in seconda serata "Matrix".

Su La7 “La gabbia”, talk “antisistema” di Gianluca Paragone, è andato in onda su La7 per quattro stagioni da settembre 2013 a giugno 2017 chiuso definitivamente con l’arrivo su La7 Andrea Salerno. Gianluca Paragone ancora sotto contratto di La7 scalpita in panchina.

Nel settembre 2016 è la volta di “Politics” programma di Rai3 affidato all'ex speaker di SkyTG24 Gianluca Semprini; talk che aveva l'ambizione di far dimenticare "Ballarò", le ultime due stagioni, dopo il passaggio di Floris a La 7 con "Di Martedì", erano state affidate a Massimo Giannini.

"Politics" partito il 6 settembre 2016 è stato fermato il 13 dicembre, la settimana dopo il Referendum Costituzionale, senza riuscire ad arrivare alla tappa del panettone.



Nell'autunno 2012 (il 23 febbraio dell’anno successivo ci furono le Elezioni Legislative) la somma dell’ascolto medio del talk del primetime totalizzava circa 9,03 Milioni di spettatori; di cui 4,09 Milioni (15,6%) raggiunti su Rai3 da "Ballarò" di Floris e 2,67 Milioni da Michele Santoro con "Servizio Pubblico" su La7.

Nella seconda stagione di Corrado Formigli a La7 “Piazza Pulita” nell'autunno 2012 raggiungeva 1,44 Milioni (6,7%). Piazza Pulita è l’unico talk sopravvissuto negli ultimi cinque anni, dimezzando, però, gli spettatori, ridotti in quest’ultima stagione a 780 mila (4,3%); ma nell'ultima puntata, con ospite Massimo Giletti, l’ascolto è rimbalzato a 1,08 Milioni (5,7%).

Nessuno dei tre talk attualmente in onda riesce a raggiungere una media stagionale del 5%; con un confronto serrato nella serata del martedì tra #Cartabianca su Rai3 e Di Martedì La7.
Il talk condotto da Bianca Berlinguer realizza una media di 922 mila (4,2%); mentre, quello di Giovanni Floris vince la sfida del martedì con un ascolto di 1,04 Milioni (4,8%).
Va sottolineato che #Cartabianca performa circa 1,2 punti in meno rispetto al dato medio del primetime stagionale di Rai3; i due talk show attualmente in onda su La7 migliorano di quasi due punti il dato medio della programmazione di primetime di La7 nell'ultima stagione autunnale.

A cinque anni di distanza; e a pochi mesi dalle prossime elezioni legislative, previste nella primavera 2018; il bacino di pubblico dei talk politici si è prosciugato del 70%, rispetto a cinque anni prima, arrivando ad un totale ascolto di 2,74 Milioni.

Restiamo in attesa del quarto talk politico, infatti come annunciato a Piazza Pulita, Massimo Giletti sfiderà la domenica sera Fabio Fazio a partire dal 12 novembre il suo nuovo talk su La7.

2 agosto 2017

Chiude con polemica L'Arena di Rai e Giletti passa a La7

Oggi c’è stata la comunicazione ufficiale da parte di Cairo Editore del passaggio di Massimo Giletti a La7 ed andrà ad occupare la prima serata del venerdì con l’ennesimo talk di politica.
Con la firma del contratto si conclude la telenovela dell’estate televisiva che aveva tenuto banco sui giornali e dove erano stati fatti circolare ad arte numeri sugli ascolti e sulla raccolta pubblicitaria che Barometro è andata verificare la sua veridicità.

La maggior parte di giornali e blog hanno riportato le affermazioni del conduttore che perdendo L’Arena la Rai avrebbe rinunciato a ascolti superiori a 4 milioni di spettatori ed al 2% di share.
I dati Auditel evidenziano, invece, che nell'ultima stagione l’ascolto medio del complessivo di L’Arena è stato di 3.153.000 (19,6%); con la media ponderata dei due parziali del primo pomeriggio domenicale a 3.523.000 (21,0%) ed il parziale L’Arena Protagonisti a 2.614.000 (17,3%).


Pescare il miglior parziale è il classico espediente utile per comunicare il giorno dopo il successo d’ascolto; perché quando viene misurato il netto di tutti i parziali di un programma la media spesso si ridimensiona in modo considerevole.

Da un fantomatico sondaggio tra i centri media, che sono le agenzie che si occupano di acquistare spazi pubblicitari per i grandi inserzionisti, uscito su un blog; sarebbe emerso che con la dipartita di Giletti dalla domenica pomeriggio di Rai1 la Rai avrebbe perso 8 milioni di euro di pubblicità. Perciò la perdita di Massimo Giletti avrebbe rappresentato per il servizio pubblico radiotelevisivo una grave perdita commerciale; oltreché in termini d’ascolto.

Durante la commissione parlamentare di vigilanza il direttore generale della Rai Mario Orfeo ha dichiarato che L’Arena in termini di raccolta pubblicitaria era in perdita di 2,6 milioni di euro, dal momento che costava 5 milioni l’anno a fronte di ricavi pubblicitari per 2,7 milioni“ .

19 giugno 2017

I match più visti su Rai1 dell'Italia Under21

Ieri, 18 giugno 2017, ha preso il via in Polonia l'avventura agli Europei di Calcio degli , guidati da Gigi Di Biagio. L'esordio è cominciato con l'Italia che ha battuto la Danimarca per 2 a 0; la partita trasmessa da Rai1 ha fatto il pieno di spettatori con 5,6 Milioni con uno share del 26,4%.

Con l'occasione abbiamo verificato come si è piazzata la partita di ieri "Danimarca - Italia" nella hit delle partite della nazionale Under 21 trasmesse da Rai1; il miglior risultato negli ultimi 8 anni.
Al 5^ posto, dietro a Italia-Germania del 26 giugno 2009, ma quella era la semifinale e l'Italia venne eliminata; mentre, il match "Danimarca - Italia"  è solo la partita d'esordio. 
Nelle prime tre posizioni ci sono le partite dell'Italia Under 21 del 1996; in quell'anno gli Azzurri si aggiudicarono l'Europeo vincendo la finale contro la Spagna, "padrona" di casa. 

Non è la prima volta che gli Azzurrini sfidano la Danimarca, ma quella di ieri, giocata in Polonia, e trasmessa da Rai1 è stata la più vista di sempre.







5 giugno 2017

TopTen dei programmi tv più visti nel 2017 (agg.3.06.2017)

La finale di Champions League Juventus - Real Madrid, pur avendo consegnato al team madrileno la Coppa, alla Juventus ha regalato il trofeo del programma televisivo più visto del 2017 con un ascolto tra Canale 5 e Premium Sport di  13,8 milioni di spettatori con uno share del 58,20%
Nella top ten la Juventus conquista  5 posizioni con partite di Champions League; mentre, considerando la Top20 dei programmi tv più seguiti dell'anno si aggiungono le 4 partite di Coppa Italia trasmesse da Rai1.

Insomma, 9 serate all'insegna della Juventus su 20 titoli Top è una bella consolazione, che attesta come la Juventus sia ancora la più amata d'Italia.



7 aprile 2017

Puntate più viste di "Otto e mezzo" (12/09/16-6/04/17)


Gli ascolti del debutto tv ad #Ottoemezzo di Davide Casaleggio a confronto con gli ascolti delle puntate più viste di "Otto e mezzo" dal 12 settembre 2016 al 6 aprile 2017.


5 aprile 2017

Le fiction Rai dominano il primetime anche nel 1° trimestre 2017


Dalle elaborazioni degli indici d'ascolto relativi ai primi tre mesi del 2017 realizzate da Barometro la fiction prodotta dalla Rai si conferma il genere televisivo che realizza le migliori performance in termini di dato aggregato.